Grazie Donna!

azalea-in-giardino-maxw-1280.jpg

8 Marzo 2019

Ti voglio fare un regalo e voglio che sia colorato, profumato e che racchiuda un profondo significato. Voglio farti un regalo che sia vivo e che respiri, voglio regalarti qualcosa che ti possa emozionare e far brillare gli occhi.

Voglio pensarci bene, vorrei poterlo cucire su misura alle tue forme, e che sia lo specchio della tua personalità. Vorrei che guardandolo, io possa riconoscere i tuoi occhi e il tuo sorriso e vorrei, infine, che avesse il tuo nome. Mia dolcissima donna, ho pensato di regalarti un fiore.

Ti voglio regalare una bella pianta di azalea, rosa probabilmente, con una miriade di fiori e tanti boccioli, pronti ad aprirsi. Te la voglio regalare affinché possa metterla sul tuo davanzale con vista sui tetti, e possa tu sorridere ogni qualvolta la osservi. Guardala bene, questa pianta di azalea, le ho dato il tuo nome perché è alla tua gioia che mi ha riportato quando l’ho vista dal fioraio e l’ho comprata. Prenditene cura, innaffiala il giusto, concimala di tanto in tanto e osservala fiorire in tutto il suo splendore fino a quando, tra circa un mese, tornerà ad essere verde e i fiori appassiranno. Continua ad osservarla, perché quello sarà un momento importante, lì vi incontrerete e vi riconoscerete, tu donna e tu fiore. E sarà così bello ed entusiasmante vedervi rinascere con nuovi germogli verdi e tenere foglie che si trasformeranno in rami che rifioriranno ancora, e poi ancora.

Siete così simili, tu e questa piantina, così forti e determinate ma senza per questo trascurare la bellezza e senza dimenticarvi di esser dolci, sempre. Siete gentili, e questo vi rende preziose.

Avrei potuto regalarti la mimosa, per il significato di pianta pioniera che attecchisce dove solo lei può, rendendo fertile il terreno per tutte le altre piante. Oppure avrei potuto regalarti una gardenia dal profumo inebriante e passionale come un passo di tango. Avrei potuto scegliere dei fiori recisi e comporli per te in un bel mazzo al sapor di primavera, o avrei potuto regalarti anche solo un singolo fiore. Avrei potuto. Invece ti ho regalato questa azalea, perché oggi ti assomiglia tanto ed è così che ti voglio festeggiare.

Ma stai tranquilla, ti regalerò tutti i fiori che conosco per vedere il tuo viso sorridere, perché regalarti fiori è un gesto d’amore e di riconoscenza, un gesto di rispetto e di gentilezza. È soprattutto, un bel modo per dirti semplicemente grazie!

Leggi l’articolo su La Stampa Torino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...